1.1.14

Quella valle

Non ritroverò mai quella vallata
anche se attraversassi mille monti,
anche se mi tuffassi nel ciclone
della mia mente che travolge i ponti
d'ogni logica in cerca tumultuosa
del verde chic della nostra canzone.
Ma dov'è quella valle sconfinata?
Dopo un lindo paese fanciullesco
col campanile aguzzo, la violetta
ti donai mentre un sentiero fresco
ci conduceva alla nostra armonia
fra nuvole di piccole biscrome
attraverso i pianori e le montagne
di quella valle piena di malia.
Quella conca affettuosa, qual è il nome?
Forse non c'è quell'eden sugli atlanti:
resta scolpito nei muri maestri
dei nostri mondi fusi palpitanti.

Pietro Brosio

Nessun commento:

Posta un commento