5.3.13

Le chiese

Amo veder le chiese
nelle vie e nelle piazze
delle città, soavi
come energie accese,
benevolenti, floride, sincere;
amo vedere le dolci chiesette
nei borghi di campagna,
nei villaggi sperduti di montagna,
sorridenti sui prati e sulle alture;
amo veder le austere cattedrali,
preziose e celestiali,
le grandiose basiliche imponenti,
nell’assoluta eternità sospese.
Il mondo senza chiese
sarebbe un mondo duro, spaventevole:
un mondo senza Dio, triste e scuro.

Pietro Brosio

4 commenti:

  1. ..che bella Pietro!


    "Amo il silenzio, quando ci si raccoglie in preghiera muta, e la chiesa ti parla, come amica.
    L'odore dell'incenso e le candele danno un tocco di magia che avvicinano al cielo".

    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  2. It is so nice to ready your very beautiful poetry. This one communicates reassuring peace.

    RispondiElimina
  3. Versi belli e che condivido.
    La bellezza di una chiesetta romanica, di un affresco un po' rovinato ma che resiste da secoli,
    delle abbazie sperdute tra i monti
    ( penso a Novalesa), più ancora che le grandi basiliche, riconcilia con il valore dell'arte e con se stessi.

    RispondiElimina